Al Lido degli Estensi è previsto l’ennesimo abbattimento di Pini

Al Lido degli Estensi l’amministrazione Comunale ha deciso di rifare Viale Carducci e i Pini risultano essere in mezzo ai piedi. Esseri viventi colpevoli di trovarsi nel luogo sbagliato.

E’ già accaduto: per lasciare spazio alla pista ciclabile del Lido degli Scacchi; per lasciare spazio ad un parcheggio al Lido di Spina; per rifare il viale Patrignani al Lido di Pomposa.

I Pini, rilasciano la loro essenza e assorbono l’anidride carbonica, e non si comprende come è possibile che Enti di tutela ambientale e del paesaggio, l’Ente Parco e la soprintendenza ai beni paesaggistici, siano assenti e silenti per questo disastro ambientale perpetrato negli anni. Eppure le pinete insistono sul meraviglioso territorio santificato dall’Unesco.

Esse sono state piantumate dallo Stato Italiano con l’ausilio del corpo forestale. Sono state il richiamo per sviluppare il turismo balneare (e salutare) invitando i villeggianti Europei.   

Con i miei amici del gruppo “la voce degli alberi”, abbiamo parlato un po’ con i turisti, che di sera volentieri passeggiano tra gli alberi: molti leggono gli eleganti cartelloni, ben disposti, che magnificano il nuovo imminente ambizioso progetto, ma non sanno che, per far spazio alle nuove strutture e infrastrutture previste, saranno tagliati i pini.

Questo non piace assolutamente ai villeggianti, che amano il Viale Carducci proprio perché ha i pini, e ha dei pini che quasi predominano sul cemento, che fanno compagnia ai proprietari di seconde case, diventano un tutt’uno con balconi e terrazzini e ombreggiano la camminata di giorno, danno refrigerio di sera, fanno respirare un po’ meglio rispetto alle città dove le persone risiedono.

Ne abbiamo incontrati già decine, e tutti chiedono di conservare gli alberi.

La Regione Emilia Romagna, da tempo, ha emanato direttive per tutelare gli alberi durante il rifacimento di strade, marciapiedi urbani, ma pare che tale richiamo non serva a nulla.

Invio pertanto la mia segnalazione al Comune di Comacchio, affinché possa studiare un diverso e più sostenibile recupero di Viale Carducci: si può avere un bellissimo viale pur salvaguardando le essenze presenti.

(Lettera inviata al sindaco e al vice-sindaco di Comacchio il 10 agosto 2020, a nome del gruppo “la voce degli alberi” di Ferrara e Provincia. Alla Petizione hanno aderito oltre alla Voce degli alberi, anche Italy Parents for Future, Salviamo WiriKuta e Plastic Free Ferrara)

Newsletter

Newsletter

Inserisci la tua mail per rimanere informato sulle nostre iniziative

Visualizza
privacy

Sponsor CDS