Cds Cultura

Cittadinanza Europea

Il Progetto "Cittadinanza Europea" - Convegno conclusivo

CONVEGNO 7 DICEMBRE : “Le politiche ambientali Europee, palestra sperimentale di federalismo: ambiente e sviluppo – tre

Cittadinanza Europea

Progetto "Cittadinanza Europea" - Convegno conclusivo

Progetto "Cittadinanza Europea" - Convegno conclusivo

Cittadinanza Europea

“Fare Ponti. L’Area Interna del Basso Ferrarese”

Cittadinanza Europea

"Una riflessione sulle bonifiche in Italia"

articolo di Salvatore Mazzulo pubblicato sulla rivista "La Chimica e l'Industria"

Cittadinanza Europea

Convegno Sabato 16 Novembre 2019: LA BONIFICA DEL PETROLCHIMICO

Comunicato Stampa

Territorio

L’Agenda 2030 in Emilia-Romagna

Ad ottobre è stato presentato il Rapporto ASviS 2019 che riepiloga i 17 Obiettivi o Goal di Sviluppo Sostenibile stabiliti nel 2015 dall’Onu in quella che è comunemente nota come Agenda 2030. Il rapporto analizza la situazione dei diversi obiettivi prima nel mondo, poi in Europa e infine in Italia, confrontando dati aggiornati a fine 2017 e comparando serie storiche che partono dal 2010. La regione Emilia-Romagna si posiziona sempre, come vedremo, fra le prime in Italia nel raggiungimento degli obiettivi evidenziando in particolare il miglioramento nei Goal 4 e 9, che si riferiscono rispettivamente all’istruzione di qualità per tutti e alle imprese, innovazione e infrastrutture. L’obiettivo 4 evidenzia l’aumento delle persone tra i 25 e i 64 anni che si sono impegnate nelle quattro settimane precedenti in attività di istruzione e di formazione, e quelle che nella fascia fra 30e 34 anni hanno conseguito un titolo universitario. Il rapporto segnala anche il peggioramento per la nostra regione del Goal 16, cioè l’obiettivo che si riferisce a pace, giustizia e istituzioni solide principalmente, si legge, per l’aumento di rapine, borseggi e furti in abitazione (Rapporto ASviS 2019, pag.84). Nei dati che sono disponibili in internet sul sito dell’ASviS (https://asvis.it/dati/) possiamo vedere come evolvono tutti i 17 obiettivi per la nostra regione nel periodo che va dal 2010 al 2017 (e in qualche caso anche ante 2010). Ricordiamo che i 17 obiettivi sono determinati in base a 169 Target e ad oltre 200 indicatori, che peraltro sono tutti dettagliati nel sito dell’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS). Per il Goal 1 (sconfiggere la povertà) , dal 2010 al 2017 l’andamento evidenzia un leggero miglioramento (l’indice passa da 107,76 a 109,07) anche se la serie storica parte qui dal 2004 e il risultato del 2017 è ancora leggermente inferiore a quell’anno, che era 110,37. Ricordiamo che per tutte le rilevazioni si considera 100 il dato conseguito a livello nazionale nel 2010, per cui l’Emilia-Romagna è stata sempre ben superiore alla media italiana, e nel 2017 soltanto il Veneto, il Trentino-Alto Adige e la provincia di Bolzano erano superiori. Il Goal 2 (sconfiggere la fame) rileva per il nostro Paese informazioni come la produttività agricola, le superfici destinate a biologico, i fertilizzanti e i fitosanitari utilizzati, la buona alimentazione e la riduzione dell’obesità. Anche qui gli indicatori posizionavano nel 2010 l’Emilia-Romagna a 102,49 contro la media nazionale di quell’anno sempre uguale a 100, e nel 2017 è migliorata ulteriormente a 104,26 superata però da alcune regioni principalmente del Centro Italia. Il Goal 3 (salute e benessere) vede la nostra regione leggermente scostata, sia nel 2010 (97,28 contro 100 di media nazionale) che nel 2017, a 97,42 e superata da varie regioni del Nord. Fra gli indicatori di questo Goal troviamo gli incidenti stradali, il fumo, la propensione all’attività fisica delle persone, il consumo di sostanze nocive. Si tratta perciò di un Goal che si riferisce anche ai comportamenti individuali, oltre che all’efficienza dei servizi sanitari. Del Goal 4 (istruzione di qualità per tutti) abbiamo già detto le positività, l’Emilia-Romagna era nel 2010 a 106,18 (contro la media nazionale sempre pari a 100), è arrivata nel 2017 a ben 122,52 (media nazionale 112,15). Solo Trento, il Trentino-Alto Adige e, per pochissimo, il Friuli Venezia Giulia si attestano sopra la nostra regione. Il Goal 5 (parità di genere) vede l’Emilia-Romagna nel 2017 a 109,35 contro una media nazionale pari a 106,19 anche se in leggero calo rispetto all’anno precedente, ma sempre in aumento rispetto al 2010 quando era a 108,49 (contro 100 della media nazionale). Ricordiamo che gli indicatori di questo obiettivo si riferiscono fra l’altro ai rapporti di femminilizzazione dell’occupazione (distinguendo le occupate con figli in età scolare da quelle senza figli), dell’imprenditorialità e del tasso di laureate. Il Goal 6 (acqua pulita e servizi igienico-sanitari) vede l’Emilia-Romagna a 109,37 nel 2017 contro 108,85 nel 2010 contro una media nazionale che, occorre evidenziarlo, partiva con 100 nel 2010 per arrivare a 99,09 nel 2017, quindi in peggioramento. Anche qui sono solo Trento, Bolzano, il Trentino-Alto Adige e la Valle d’Aosta ad essere superiori rispetto alle performance della nostra regione. Per quanto riguarda il Goal 7 (energia pulita e accessibile), l’Emilia-Romagna parte nel 2010 leggermente sopra la media nazionale, a 100,54 migliorando ulteriormente nel 2017 (103,72 contro una media nazionale di 102,78). Anche qui fra gli indicatori troviamo comportamenti oltre che l’efficienza dei servizi, e in particolare le famiglie che non si fidano a bere l’acqua del rubinetto. Il Goal 8 (lavoro dignitoso e crescita economica) vede l’Emilia-Romagna partire nel 2010 da 106,97 quindi ben sopra la media nazionale che in quell’anno, ricordiamolo, è sempre stata considerata pari a 100, e con un andamento a Sali e scendi arrivare nel 2017 a 103,70 e cioè in lieve peggioramento ma a fronte di una media nazionale precipitata a 96,03 principalmente per l’incidenza negativa del Centro e Sud Italia. Tra gli indicatori troviamo fra gli altri il tasso di occupazione giovanile, i giovani che non studiano e non lavorano, gli infortuni e l’occupazione irregolare. Il Goal 9 si riferisce alle imprese (industrializzazione sostenibile), all’innovazione e alle infrastrutture resilienti; qui l’Emilia-Romagna nel 2010 era sopra la media (104,36) e ha chiuso il 2017 con un brillante 122,36 che la pone al primo posto in Italia, seguita soltanto da Lombardia e Piemonte che sono entrambe poco superiori a 120 con una media nazionale che è pari a 111,99 e che conferma il forte divario fra le regioni del Nord (media 111,43) e quelle del Sud (media 98,68 anche se, va detto, in trend di progressivo miglioramento rispetto agli 88,54 del 2010). Per quanto riguarda il Goal 10 (ridurre le disuguaglianze), la serie storica parte dal 2004 e vede la nostra regione registrare anni più o meno favorevoli ma con un trend di sostanziale stabilità: era a 111,61 nel 2004 (media nazionale 103,52) , scesa a 109,39 nel 2010 (con la media nazionale di quell’anno sempre pari a 100), tornata a 111,15 nel 2017 (media nazionale 105,07). I principali indicatori si riferiscono qui al reddito, pro capite e familiare, e al rischio di povertà. Il Mezzogiorno evidenzia qui le performance peggiori, a 93,45 nel 2017 (era a 92,17 nel 2004). Il Goal 11 (città e comunità sostenibili) vede l’Emilia Romagna partire sopra la media a 103,47 nel 2010 per arrivare a 105,82 nel 2017 contro una media nazionale di 101,67 (ricordiamo che nel 2010 il valore Italia è sempre pari a 100). Anche qui il divario fra Nord e Sud è considerevole: 107,72 contro 90,63 nel 2017. Fra gli indicatori troviamo la disponibilità di verde urbano, le difficoltà di collegamento (aree interne ecc.), le abitazioni sovraffollate o con problemi strutturali, i rifiuti conferiti in discarica. Il Goal 12 (consumo e produzione responsabili) vede l’Emilia-Romagna partire nel 2010 sotto la media nazionale (97,87 contro 100) e chiudere il 2017 a 104,07 contro una media nazionale di 109,42. Fra gli indicatori, anche qui i rifiuti urbani e le modalità di conferimento (ma abbiamo appena avuto notizia che Ferrara è ora prima in Italia). Non ci sono dati suddivisi per regione per il Goal 13 (lotta contro il cambiamento climatico), il Goal 14 (vita sott’acqua) e 17 (partnership per gli obiettivi), mentre il Goal 15 (vita sulla terra) vede la nostra regione scostata a 85,70 nel 2010 e a 83,30 nel 2017 contro una media nazionale rispettivamente di 100 e 93,73 con al top sempre Trento, Bolzano e il Trentino-Alto Adige a 123,17. Infine, del Goal 16 (pace, giustizia e istituzioni solide) abbiamo già accennato. L’Emilia-Romagna era nel 2010 in linea con la media nazionale a 100,20 mentre nel 2017 è scesa a 96,26 però con una media nazionale anch’essa in riduzione a 99,41. Fra gli indicatori di questo obiettivo, gli omicidi, i furti, le rapine, i detenuti in attesa di giudizio e la fiducia nel sistema giudiziario. Le performance migliori, ancora una volta, si registrano in Trentino-Alto Adige e nella provincia di Trento, entrambe di poco superiori a 111. Nell’insieme, quindi, possiamo dire che l’Emilia-Romagna sta andando bene nel conseguimento degli obiettivi previsti da Agenda 2030, per la gran parte di questi si posiziona sopra la media italiana e si attesta fra le regioni in cima alle migliori performances nazionali. (l'immagine è tratta da: http://www.cittadarte.emilia-romagna.it/storie/ferrara/ferrara-citta-delle-biciclette-e-capitale-delle-due-ruote)

Cittadinanza Europea

La presentazione del presidente del Consorzio Uomini di Massenzatica al Liceo Carducci di Ferrara

Proponiamo le slide presentate il 16 ottobre scorso al Liceo Carducci di Ferrara dal Dott. Carlo Ragazzi, Presidente del Consorzio Uomini di Massenzatica, nell'ambito del progetto "Le politiche ambientali europee, palestra sperimentale di FEDERALISMO: AMBIENTE E SVILUPPO - TRE CASI in provincia di FERRARA", presentato dall'Associazione CDS col Movimento Federalista Europeo di Ferrara nell'ambito del bando della Regione Emilia-Romagna per la promozione della cittadinanza europea. <Guarda le slide sul Consorzio Uomini di Massenzatica>

News

News ottobre 2019: Bruno Zannoni e gli scarriolanti; l'articolo di Andrea Gandini e i focus su Ambiente, Economia, Sociale e Sviluppo Sostenibile

In questa rubrica segnaliamo articoli sul web che riteniamo di interesse e che proponiamo per la lettura. Alcuni sono scritti da soci e collaboratori della nostra Associazione, altri riguardano l’Area vasta in cui si colloca Ferrara, altri ancora temi di attualità: Estense.com, gli scarriolanti e Bruno Zannoni Andrea Gandini, L'Italia si regge sui nonni e su un esercito di paraschiavi immigrati. Dal blog di Madrugada AMBIENTE EuroAct, Il tasso di circolarità nella UE e in Italia. Quanto incide l'economia circolare in Europa e in Italia: i dati Eurostat e Ispra Cronaca Comune, Ferrara prima in Italia per raccolta differenziata Ansa, Smog, Italia prima in Europa per morti da biossido di azoto. Rapporto Aea sulla qualità dell'aria 2019 Ispra, Rapporto sul Danno Ambientale. Primo rapporto Ispra in materia di protezione da danni ambientali ECONOMIA Mario Draghi, Policy making, responsabilità e incertezza - e il commento di Francesco Provinciali su Mente Politica CNR, Relazione sulla ricerca e l'innovazione in Italia Open, Il mondo rallenta e l'Italia si ferma. Le stime del Fondo Monetario Internazionale Internazionale, Possiamo evitare che la disuguaglianza aumenti ancora? Banca d'Italia, Indagine sulle aspettative di inflazione e crescita SOCIALE Istat, La salute nelle regioni italiane. Bilancio di un decennio (2005-2015) Il Report 2019 dell'Osservatorio regionale Emilia-Romagna sul fenomeno migratorio Fondazione Migrantes, Rapporto italiani nel mondo 2019 Uncem, le carenze della telefonia mobile in oltre 1200 comuni italiani SVILUPPO SOSTENIBILE Il portale dell'Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile: https://www.asvis.it Asvis, la sfida sostenibile della Regione Emlia-Romagna Regione Emilia-Romagna, l'educazione alla sostenibilità - la Rete di educazione alla sostenibilità (Res) Regione Emilia-Romagna, l'Agenda metropolitana per lo Sviluppo Sostenibile Ervet, rapporto la Green Economy in Emilia-Romagna

News

News: link utili per Agenda 2030, il Rapporto ASVIS 2019, l'articolo di Andrea Gandini e molto altro ancora

In questa rubrica segnaliamo articoli sul web che riteniamo di interesse e che proponiamo per la lettura. Alcuni sono scritti da soci e collaboratori della nostra Associazione, altri riguardano l’Area vasta in cui si colloca Ferrara, altri ancora temi di attualità: AGENDA 2030 – alcuni link utili Asvis, Presentazione del RAPPORTO ANNUALE 2019 ASVIS Asvis, i link ai diversi rapporti annuali: https://asvis.it/rapporto-asvis/ UNRIC, i link ad Agenda 2030: https://www.unric.org/it/agenda-2030 Istat, Rapporto 2019 Agenda 2030 Ispra: http://www.isprambiente.gov.it/it/temi/sviluppo-sostenibile Fondazione Eni: Agenda 2030 da globale a locale AMBIENTE Andrea Gandini, dal blog di Madrugada, Una borraccia per amica e più alberi IPCC Italia, Rapporto sul cambiamento climatico Asvis, La denuncia della scienza: sul clima evidente divario tra dichiarazioni e realtà Asvis, Dal Club di Roma arriva il "piano per l'emergenza globale" SNPA, Rapporto “Consumo di suolo, dinamiche territoriali e servizi ecosistemici” Guido Viale, dal blog di Madrugada, I dilemmi della lotta per il clima e l’ambiente Ansa Magazine, Soluzione Siberiana Internazionale, Prove tecniche di rivoluzione ambientalista in Italia Agi, Quattordici dure verità sul cambiamento climatico - report "United in Science" Ilmiolibro, Da Al Gore a Greta: i libri sui cambiamenti climatici che tutti dovrebbero leggere AGRICOLTURA Regione Emilia-Romagna: L’agricoltura è sempre più bio: 5 mila imprese e 160mila ettari coltivati LAVORO Banca d'Italia, Migrazioni, demografia e lavoro in un paese diviso SCUOLA E UNIVERSITÀ Oecd, Rapporto sull’educazione (in inglese) Mente Politica, Rapporto Ocse: poco pil per la scuola italiana e molti ragazzi "Neet" Rivista Studio, Internet può aiutarci a scrivere meglio? SOCIALE Daniele Lugli, dal blog di Madrugada: Il prossimo che non vorremmo e invece Il prossimo che vorremmo Vita, dal blog di Madrugada: Beni Comuni, una proposta alla politica Secondo Welfare, La crisi demografica non si arresta Rivista Studio, Vita di Robert Frank, l'uomo che cambiò la fotografia per sempre POVERTÀ Vita.it, Tutti i numeri del XXVIII Rapporto Immigrazione Caritas-Migrantes Secondo Welfare, Il ruolo dei Comuni nel Reddito di Cittadinanza (l'immagine è tratta da: www.cittadarte.emilia-romagna.it)

News

News settembre 2019: articoli e documenti interessanti da leggere sul web

In questa rubrica segnaliamo ogni mese alcuni articoli e documenti del web che riteniamo di interesse e che proponiamo per la lettura. Alcuni riguardano l’Area vasta in cui si colloca Ferrara, altri sono temi di attualità. AMBIENTE Regione Emilia-Romagna, La Regione investe 5,5 milioni di euro per i boschi dell'Emilia-Romagna: 49 progetti per biodiversità,conservazione e nuova economia verde Ispra, Rapporto Rifiuti Speciali - edizione 2019 e l'Annuario dei Dati Ambientali (04/2019) CULTURA da ilTascabile.com, Graziano Graziani, Quale futuro per i musei? DIRITTI da Internazionale, La rivolta collettiva di Hong Kong da Mente Politica, Dieci anni fa la lezione di Amartya Sen sulla giustizia GENERE Nicla Vassallo, Di nuoto e filosofia LAVORO da Sussidiario.net, Natale Forlani: Reddito di cittadinanza/il flop prevedibile e il recupero impossibile LEGALITÀ Autorità Nazionale Anticorruzione, 4' Rapporto annuale sul whistleblowing da Valori.it, Agricoltura sociale: buoni frutti per gli esclusi e vittime di violenza da Internazionale, Le democrazie occidentali stanno diventando ingovernabili? POVERTÀ da Vita.it, Oxfam:"Disuguaglianze? Si passi dalle parole ai fatti" SCUOLA E UNIVERSITÀ da Valori.it, Dossier: Poveri Somari SOCIALE Osservatorio regionale sul fenomeno migratorio, L'immigrazione straniera in Emilia-Romagna da Isag, Migrazioni e conseguenze sulla popolazione dal blog di Madrugada, Civiltà: sappiamo cosa vuol dire? da Internazionale, Troppa cattiva televisione può portare al populismo? (l'immagine è tratta da: www.cittadarte.emilia-romagna.it)

News

NEWS AGOSTO 2019: il Meis e Primo Levi, annuario Istat-Ice, Rapporto Swimez, i numeri del turismo in Italia, e altro ancora

In questa rubrica segnaliamo ogni mese alcuni articoli del web che riteniamo di interesse e che proponiamo per la lettura. Alcuni sono scritti da soci e collaboratori della nostra Associazione, altri riguardano l’Area vasta in cui si colloca Ferrara, altri ancora temi di attualità. CULTURA: MEIS, 100 anni di Primo Levi - Sogni. Una scala verso il clielo ECONOMIA: Annuario ISTAT-ICE 2019 Rapporto Swimez 2019: Sud, lo spettro della recessione EUROPA: Gianpiero Magnani, Marx nell'epoca dei sovranisti. Recensione sulla rivista Mondoperaio del libro di Sebastiano Maffettone, "Karl Marx nel XXI secolo" Huffpost, La politica industriale è geopolitica, di Vincenzo Colla da Valori.it, Euro sì, euro no. Ma c'è una terza via: riformare la moneta unica GENERE: dal blog di Madrugada, La violenza degli uomini verso le donne: chi fa che cosa. L'esperienza del Centro Veneto Progetti Donna ENTI LOCALI: da Mentepolitica, Un regionalismo ben temperato, di Paolo Pombeni SOCIALE: dal blog di Madrugada, Invecchiamento in Italia: un problema socio-sanitario drammatico. La sintesi di Alessandro Bruni Amnesty International, Discorsi d'odio? Possiamo fare qualcosa! Guida breve STORIA: dalla Rivista degli Istituti Storici dell'Emilia Romagna in Rete, Sindacato, lavoro agricolo e Repubblica sociale nel Ferrarese, di Roberto Parisini Associazione culturale Nipponica di Bologna, Il sole di Hiroschima: tornano le lanterne galleggianti TURISMO: Banca d'Italia, Turismo in Italia: numeri e potenziali di sviluppo da Vita.it, "Industria", la vera natura del turismo di oggi (l'immagine dal Museo Ebraico di Ferrara è tratta da: www.cittadarte.emilia-romagna.it)

News

Le nostre Newsletter

Per ricevere le Newsletter periodiche del Cds è sufficiente registrarsi nell'apposito format che si trova in fondo alle pagine del sito web https://www.cdscultura.com/it Leggi la Newsletter di Agosto 2019 Leggi la Newsletter di Luglio 2019 Leggi la Newsletter di Giugno 2019 Leggi la Newsletter di Maggio 2019 Leggi la Newsletter di Aprile 2019

gli sponsor dell'Annuario 2019