Le Mura di Ferrara - Invettiva contro il traffico n° 1 (Al modo delle foglie, CopyArt Ferrara 2013, pp. 73-75)

Le Mura di Ferrara - Invettiva contro il traffico n° 1 (Al modo delle foglie, CopyArt Ferrara 2013, pp. 73-75), di Saverio De Bartolo, già Ricercatore e Presidente di CDS Srl


Ho sempre visto di giorno

le Mura di Ferrara

 

Mi son tolto gli occhiali

e ho visto con altri occhi

le Mura illuminate dal sole del mattino.a

Mattoni cocenti di sole,

le Mura formano un recinto:

verde di prato, azzurro di cielo

 

Sopra le Mura spuntano

i campanili delle chiese,

le torri del Castello,

nella città che dorme,

nell'apparente silenzio

dannunziano.

 

Ma è una città che vive

il suo tempo frenetico:

Il centro storico: la gente che parla,

che cammina, che corre;

i negozi, le merci, le vetrine

Il centro dei pedoni

degli autobus vuoti e sornioni.

 

Nelle vie strette macchine in fila

silenziose, macchine dei residenti,

in attesa di partenze remote.

Nelle piazzette, i parcheggi

ripieni all'inverosimile.

Nei grandi parcheggi, macchine

in ordine nei riquadri azzurri.

Le strade laterali a senso vietato,

ora larghe, ora strette, macchine in sosta

in una fila, in doppia fila.

 

Macchine

nelle periferie sonnolente

assediano i cortili,

le vie di accesso, i porticati,

gli androni, i sottoscala.

 

Macchine

variopinte nell'Ospedale

nei viali interni

nelle strade d'intorno,

 

Macchine

nei cortili dei palazzi musei,

nelle vie d'accesso, nelle strade adiacenti,

 

Macchine

attorno a Piazza Ariostea,

attorno alla Certosa, alla stazione,

allo stadio, in Piazza del Castello

 

Macchine al freddo, al gelo,

al caldo fumiganti di benzina.

 

Traffico sulle vie principali,

sulle vie secondarie,

sulle circonvallazioni.

Rumore, polveri di strada e di ferodi,

gas di scarico: ossidi di carbonio,

e di azoto; fumi neri di olio diesel

sparati per terra da camion potenti.

 

E queste Mura,

belle, pulite, illuminate

circondate dal verde dei prati,

bellezza, vanto, storia di Ferrara.

L'ignaro turista pensa alla bellezza:

scienza, storia e architettura.

Ma le Mura nascondono la città

là dove Ferrara è brutta.

 

La città incapace di buttare

fuori le Mura ciò che la bellezza

uccide, e l'armonia del vivere.

Condividi su
Condividi su

Pubblicato il
Pubblicato il

27.11.2020

27.11.2020
Aggiornato il
Aggiornato il

27.11.2020

27.11.2020

Newsletter

Newsletter

Inserisci la tua mail per rimanere informato sulle nostre iniziative

Visualizza
privacy

Sponsor CDS