Il Lavoro nel cinema. Di prossima programmazione in TV, da domenica 1 a sabato 7 novembre 2020

 

Anche questa è una settimana (da domenica 1 a sabato 7 novembre) ricca di film, tra repliche e nuove proposte. Domenica 1 novembre ne sono in programma ben 5, 4 dei quali già visti nelle ultime settimane. Dal film diretto nel 1960 da Sergio Corbucci ”Chi si ferma è perduto” (ore 10.35, RaiMovie) in cui Totò e Peppino De Filippo lottano per passare di grado nell’Ufficio in cui lavorano al film che Claudio Amendola dirige nel 2013 “La mossa del pinguino” ( ore 17.35, RaiMovie) dove due precari si mettono insieme per imparare il curling (sport di squadra che si gioca sul ghiaccio con pesanti pietre di granito levigato) e partecipare alle Olimpiadi di Torino.

Dal film diretto nel 2015 da Sam Irvin “Il paese di Natale” (ore 21.10,La5) in cui una donna d’affari di New York eredita una fattoria di alberi di Natale in una piccola cittadina con l’intenzione di venderla ma poi cambia idea perché si affeziona agli abitanti del luogo e trova l’amore, alla commedia che Christian De Sica dirige nel 1992 “Ricky&Barabba” (ore 23.10, Cine34 con replica lunedì 2 novembre ore 17.15 sullo stesso canale) dove riveste come attore, il ruolo di un barbone che salva un ricco industriale (Renato Pozzetto) che sull’orlo della rovina tenta il suicidio, vivendone poi insieme una vita da nababbo e riuscendo persino a fare uno scambio di ruoli. 

La novità è costituita dal film “Il vendicatore - Out for a Kill” (ore 21.05, Canale 20) che Michel Oblowitz dirige nel 2003.Si tratta di un film incentrato su un archeologo che viene inviato in Cina a dirigere degli scavi, ma approfitta di quest’occasione di lavoro per scopi illeciti. Si fa coinvolgere, infatti, in un traffico di droga.

Un film sulla fabbrica come insieme di strumenti, energie, temperature che permettono una massiccia produzione con procedure e tempi calcolati è oggetto di un film di Renzo Rossellini (figlio del celebre Roberto di “Roma città aperta” che lo supervisiona e compare all’inizio di ognuna delle 12 puntate) è in programma su RaiStoria (ore 2 nella notte tra lunedì 2 e martedì 3 novembre). Il riferimento è al film “Un’arte nuova in un mondo di macchine” (1970) dove il regista ricostruisce la storia in cronaca degli eventi attraverso gesti quotidiani.

Lando Buzzanca assume le vesti di “Il sindacalista”, film diretto nel 1972 da Luciano Salce. Nonostante l’interprete (Buzzanca) che garantisce toni comici, il film parla seriamente di lotte operaie attraverso la storia di un emigrato siciliano che si ribella al padrone della fabbrica in cui lavora e diventa leader sindacale: è in programma martedì 3 novembre alle ore 13.00 su Cine34.

Un lavoro pericoloso, quello dei Vigili del fuoco. Ce lo fa vedere anche l’attore Dustin Hoffman, qui nelle vesti di regista del film “Squadra 49” (2004) con protagonista Joaquin Phoenix nel ruolo di un giovane pompiere che intrappolato in un palazzo in fiamme rivive la sua breve carriera. Nel ruolo di un eroico capitano anche John Travolta: lo si potrà vedere martedì 3 novembre alle 23.00 su Paramount Network.

Sempre martedì 3 novembre (ore 21.25, canale Nove) si potrà vedere (ma è stato trasmesso già altre volte) il film “Nati stanchi” (2002) di Dominick Tambasco con il duo Ficarra – Picone che trascorrono le giornate da disoccupati girando tra piazza e bar. 

E nella notte (ore 4.25, tra martedì e mercoledì, su Iris) si può anche recuperare “Il Bounty” (1984) di Roger Donaldson con Mel Gibson, ufficiale in seconda, che guida la ribellione al dispotico capitano (Anthony Hopkins).

Due film nella giornata di mercoledì 4 novembre. In “Baci e abbracci”(1999) di Paolo Virzì, ambientato in un casolare toscano nella notte di Natale, facciamo conoscenza di tre ex operai che hanno messo su un allevamento di struzzi che non dà gli esiti sperati e di un salernitano sradicato, ristoratore in fallimento che viene scambiato per un uomo politico che dovrebbe procacciare finanziamenti per salvare la situazione. Viene programmato nella notte, ore 0.20, tra mercoledì 4 e giovedì 5 novembre su Cine34 con replica giovedì 5 novembrealle 11.15 sullo stesso canale. E nella stessa notte, ore 4.35, RaiMovie trasmette il film “Agli ordini di sua Altezza” (1929) dove il duo comico Stanlio e Ollio ci propina esilaranti gag interpretando, rispettivamente, il fattorino e il portiere di un albergo che al momento dell’assunzione sono stati scambiati per un principe ed un primo ministro. 

Chiusura della settimana televisiva relativa a Cinema e Lavoro, venerdì 6 novembre (ore 9.35, Cine34 con replica sullo stesso canale sabato 7 novembre alle ore 6) con il film diretto nel 2005 da Stefano Mordini “Provincia meccanica”, dove Stefano Accorsi è un operaio che cerca di mantenere moglie e due figli facendo i turni di notte, ma la sua vita è sconvolta dal comportamento fuori dalle regole civili della moglie (Valentina Cervi).

Ma c’è anche il western spaghetti “Arriva Sabata!” (ore 14.05, RaiMovie) in cui un operaio disonesto aiuta due banditi a svaligiare la banca in cui lavora. Uno di loro fa il furbo e scappa con il malloppo, facendo chiudere la storia con una sparatoria finale nella quale perde la vita anche un terzo bandito che mira ad arraffare tutto il malloppo.  

Newsletter

Newsletter

Inserisci la tua mail per rimanere informato sulle nostre iniziative

Visualizza
privacy

Sponsor CDS