Il Lavoro nel cinema. Di prossima programmazione in TV, da domenica 9 a sabato 15 agosto

Non sempre le ambizioni hanno il risultato positivo che uno spera. E se lo ottiene potrebbe pagarlo caro. Succede al portiere (Michael J. Fox) di un albergo tra i più esclusivi di New York nella commedia americana “Amore con interessi” (1993) di Barry Sonnenfeld. La sua ambizione è di diventare un giorno proprietario di un albergo di lusso. Per questo, chiede un aiuto economico ad un suo amico, ma compie l’errore di innamorarsi della sua ragazza e dovrà decidere se preferire l’amore o i soldi: è in programma domenica 9 agosto, alle 15.50 su Italia 1. Va meglio ad una giovane orfana che riesce a farsi strada nella società inglese del primo Ottocento: da governante in una ricca famiglia diventerà moglie di un ufficiale dell’esercito. Lo racconta il sontuoso “La fiera della vanità” (2004) di Mira Nair (domenica 9 agosto, ore 23 su Paramount Network).

In “Ippocrate” (2014) di Thomas Lilli, che è in programma lunedì 10 agosto, alle 21.20 su Rai3, troviamo la storia di un giovane medico tirocinante nel reparto ospedaliero in cui lavora il padre che capirà, subito, le sue difficoltà ad adattarsi in un ambiente dove dovrà affrontare la rivalità con altri medici. Un film in cui il regista sottolinea il peso delle responsabilità di cui un medico deve farsi carico, e soprattutto la paura di compiere errori che potrebbero avere delle pesanti ripercussioni sulle vite altrui.

Uno sfigato diventa “Il giustiziere di mezzogiorno” per vendicarsi della moglie e figlia che lo hanno lasciato, dal capoufficio che lo vessa e da una collega che si è invaghita di lui, martedì 11 agosto ore 10,25 su RaiMovie. Nel film diretto nel 1975 da Mario Amendola, il “giustiziere” è Franco Franchi, e si può quindi immaginare qual è lo sviluppo del plot. Si tratta di una parodia del film di Michael Winner “Il giustiziere della notte”(1974) con Charles Bronson. 

In “The conjuring – Il caso Enfield” (2016) due investigatori del paranormale si recano a Londra per aiutare una famiglia operaia, la cui abitazione è sede di strani fenomeni: in particolare la piccola Margaret sembra posseduta dal fantasma di un vecchio che precedentemente abitava quella casa. Sulla indigente famiglia (la madre è anche divorziata) si abbatte anche questa situazione. Si tratta di un episodio di una Saga dell’horror che conta altri titoli. Il film, diretto da James Wan, è in programma mercoledì 12 agosto alle 23.55 su Italia 1.

Un collaudatore (Tony Curtis) di una fabbrica di macchine da corsa non ha fortuna come inventore di brevetti: le sue innovazioni trovano la diffidenza di tutti e il pilota (Don Taylor) che doveva collaudare quella che lui considera una vettura rivoluzionaria si rifiuta di farlo. Lo farà lui stesso , batterà il pilota spocchioso e conquisterà il cuore di Liz (la deliziosa Piper Laurie), la figlia del proprietario della fabbrica. Lo racconta George Sherman in “Bolide rosso”(1954): lo si potrà vedere giovedì 13 agosto alle ore 8 su Rete 4.

“Chi si ferma è perduto” (1960) sostiene Sergio Corbucci, regista di questo film che è in programma per giovedì 13 agosto alle 8.50 su RaiMovie ed è interpretato dagli assi della comicità Totò e Peppino De Filippo. I due che lavorano in un’azienda di trasporti non riescono a passare di grado a causa dell’opposizione del loro superiore (Luigi Pavese). Potranno tentare di farlo quando il superiore muore, ma subentreranno altre difficoltà.

Un altro ammutinamento in mare. E’ raccontato nel film “Il Bounty” (1984) ambientato su un veliero inglese di Sua Maestà. A guidare la ribellione è l’ufficiale in seconda che si oppone così al crudele capitano Bligh che impone all’equipaggio una rigida disciplina marinara. L’ufficiale è Mel Gibson e il capitano è Anthony Hopkins: due grandi Star a confronto. Questo film di Roger Donaldson lo si potrà vedere venerdì 14 agosto alle ore 16 su Rete 4.

“I figli della mezzanotte” nel film diretto nel 2012 da Deepa Mehta, sono due neonati che vengono alla luce in un ospedale di Bombay il 15 agosto 1947 mentre l’India festeggia l’indipendenza dal Regno Unito. Sono di estrazione sociale opposta e un’infermiera li scambia dalla culla perché uno viva il destino dell’altro. Attorno ai due ruotano altre storie individuali. Il film (in programma sabato 15 agosto alle 21.10 su RaiMovie) è tratto dal bestseller omonimo  dello scrittore Salman Rushdie , che nella versione originale dà vita alla voce narrante.

Condividi su
Condividi su

Pubblicato il
Pubblicato il

07.08.2020

07.08.2020
Aggiornato il
Aggiornato il

07.08.2020

07.08.2020

Newsletter

Newsletter

Inserisci la tua mail per rimanere informato sulle nostre iniziative

Visualizza
privacy

gli sponsor dell'Annuario 2019