Cinema e lavoro. La settimana televisiva dal 31 maggio al 6 giugno 2020

Risse nel mondo del lavoro. E’ quello che si vede nel film “Camerieri” (1995) di Leone Pompucci, in programma domenica 31 maggio alle 22.50 su Cine34 con replica sullo stesso canale lunedì 1 giugno alle ore 16.15. Nel film assistiamo a degli scherzi e screzi pesanti tra un gruppo di camerieri alle prese con una cena in onore del nuovo proprietario che ha preso in gestione in locale (Carlo Croccolo).

Un servizio che deciderà del loro futuro perché il festeggiato dovrà decidere se confermarli nei loro posti o trasformare il locale in un negozio di mobili come vorrebbe il figlio (Antonello Fassari). Che genere di scherzi e screzi si tratta lo si può intuire quando diciamo che è una commedia interpretata da Paolo Villaggio e Diego Abatantuono con un contorno di “comici” come Antonio Catania, Marco Messeri, Paolo Rossi e con la partecipazione di Ciccio Ingrassia e di Sandra Milo.

Rivalità tra due negozianti in “Concorrenza sleale” (2001) di Ettore Scola (domenica 31 maggio, ore 0.37 con replica lunedì 1 giugno, ore 8.40 su Cine 34). La concorrenza è quella che si sviluppa tra un sarto milanese (Diego Abatantuono) che ha aperto un negozio a Roma ed un sarto ebreo (Sergio Castellitto) che ha aperto, di fronte a lui, un negozio di abiti confezionati. Il film è ambientato nella Roma del 1938 e quando vengono promulgate le leggi razziali , disgustato da violenze e ingiustizie, il sarto milanese solidarizzerà con lo sfortunato collega.

Rivalità nel lavoro anche in “Beauty shop” (2005) di Bille Woodruff. A scontrarsi sono l’estetista di colore, Geena, che, dopo litigi e controversie con il suo capo Jorge (un esilarante Kevin Bacon in versione gay, con forte accento tedesco), decide di mettersi in proprio. Ma le mancano le giuste credenziali e il suo ex datore di lavoro le mette i bastoni tra le ruote. Potrà aprire un suo beauty-shop grazie ad un’improvvisa idea geniale: è’ in programma giovedì 4 giugno alle ore 23 su Paramount Network.

Se si è scontenti del proprio lavoro, uno cosa deve fare? In “Sbamm!” (1980) di Franco Abussi, Il protagonista (Ezio Greggio), giovane centralinista frustrato, caotico e pasticcione, appassionato di musica, ci riuscirà almeno per un giorno , diventando - grazie alla fidanzata, figlia di un ricco discografico - un direttore d’orchestra, suo vecchio sogno. Una commedia alla Ezio Greggio che, chi è interessato, potrà vedere venerdì 5 giugno alle 16,15 su Cine34. 

Ambientato nella Terra dei Fuochi è “Io non mi arrendo” (2015) di Enzo Monteleone. Protagonista l’ispettore Marco Giordano che scopre, in quel luogo, discariche abusive di rifiuti tossici e radioattivi gestite dalla camorra. Inizia a fare delle indagini che però vengono subito ostacolate e messe a tacere. L’ispettore, dopo dieci anni, riaprirà il caso, spinto da un magistrato. Tra gli interpreti, Beppe Fiorello. Il film è in programma venerdì 5 giugno, alle ore 21.20 su Rai Premium.

Anche questa settimana chi non ha avuto l’occasione di vederlo potrà recuperare due film sul tema Cinema e Lavoro. Si tratta di “Annapolis” (2006) di Justin Lin dove James Franco dovrà vedersela con il duro addestramento in Marina dove entra per realizzare le sue aspirazioni (sarà trasmesso domenica 31 maggio alle ore 18 su La7) e “ Mr. Hula Hoop” (1994) di Joel Coen (in programma nella notte, 0.45, tra lunedì 1 e martedì 2 giugno su Rete4) che vede il fortunato Tim Robbins diventare presidente di un’industria al suo primo giorno di lavoro, grazie alla invenzione di un nuovo gioco che ha grande successo sul mercato.

Newsletter

Newsletter

Inserisci la tua mail per rimanere informato sulle nostre iniziative

Visualizza
privacy

gli sponsor dell'Annuario 2019