Il Lavoro nel cinema. Di prossima programmazione in TV

Cinema e lavoro in televisione. Spesso questo rapporto è espresso, soprattutto, in commedie sentimentali dove lui o lei, ma anche entrambi, sono persone che esercitano una professione e s’innamorano, magari anche sul posto di lavoro, ma il film è incentrato soprattutto sul versante dei rapporti sentimentali. Poi ci sono altre opere in cui il protagonista o la protagonista esercitano una professione che è al centro della storia raccontata e ve ne sono altri legati ad altri aspetti del mondo del lavoro. Oppure film che riguardano la collettività, come succede nei film della prossima settimana televisiva, oggetto di questo articolo, ma anche di altri che elaboreremo settimanalmente.

Lunedi 18 maggio (ore 9,30, Rai Storia) è in programmazione “Prova d’orchestra”, un film di Federico Fellini del 1979 dove il grande Maestro del cinema inscena uno sciopero di un gruppo di musicanti contro l’autoritarismo del direttore. L’azione sarà interrotta dalla demolizione di un muro. Appena riprese le prove il maestro fa un comizio ispirandosi a Mussolini e Hitler. Una metafora politica che vuole far riflettere sulla fragilità e le contraddizioni degli anni Settanta.

Altro sciopero in “Sfida senza paura” (lunedì 18 maggio, rete 4, ore 16.40) un film drammatico del 1971 diretto ed interpretato da Paul Newman, nel quale i boscaioli stanno effettuando una protesta ad oltranza per migliori condizioni di vita, al contrario di una famiglia di pionieri dell’Oregon che tende a difendere soltanto i propri interessi. Un incidente mortale ad uno dei figli li porterà a riflettere. Ma più che il tema sociale, il film si basa sull’interpretazione di due mostri sacri come Henry Fonda e Paul Newman che è anche il produttore.

Ad inizio di programmazione, domenica 17 maggio, Iris (ore 11.25) trasmetterà “L’avvocato del diavolo” (1997) di Taylor Hakford, un film che fa leva sull’interpretazione di Al Pacino (doppiato da Giancarlo Giannini), qui nel ruolo del titolare di un prestigioso studio newyorkese dove viene chiamato un brillante avvocato di provincia (Keanu Reeves) che in questo nuovo impiego riscuoterà molto successo. Subirà però, mano a mano, un’influenza soffocante da parte del nuovo datore di lavoro, che minerà i suoi rapporti con la moglie (Charlize Theron). Si scoprirà che Il suo pigmalione è il diavolo. Una moderna rivisitazione del mito di Faust, in chiave molto spettacolare, tratto da un romanzo di Andrzej Bartkowiak dove i demoni sono disegnati da Rick Baker, famoso truccatore statunitense specializzato in make up per effetti speciali.

Il diavolo compare anche nel film di David Frankel “Il diavolo veste Prada” (2006), programmato per lunedì 18 maggio alle ore 21,20 su Canale 5, dove il demone del successo è rappresentato dalla spietata direttrice della più influente rivista americana nel settore della moda (Meryl Streep) alle cui dipendenze, come assistente, troviamo una giovane aspirante giornalista (Anne Hathaway) che nutre la speranza che la direttrice possa aprire diverse porte per il suo futuro. Si troverà buttata nello spietato mondo della moda e dovrà stringere molto i denti.

Dai rifiuti tossici nascono dei superpoteri. E’ quanto sostiene il film “Lo chiamavano Jeeg Robot” (2015) di Gabriele Mainetti, film rivelazione superpremiato ai David di Donatello. Racconta di un ladruncolo di Tor Bella Monaca, Enzo (Claudio Santamaria) che si tuffa nel Tevere per fuggire alla polizia e viene contaminato dal contenuto di un fusto di rifiuti tossici che lo rende fortissimo e indistruttibile. Nella vicenda entra lo Zingaro (il bravissimo Luca Marinelli) che capeggia una piccola gang di criminali con il quale Enzo entrerà in conflitto per un carico di droga. Picchierà, per avere informazioni atte a ritrovarlo, la sua ragazza (Ilenia Pastorelli), ma Enzo interverrà salvandola. Lo Zingaro si mette sulla traccia dei due e costringe il ragazzo a rivelargli l’origine dei suoi superpoteri. Si tufferà, quindi, nel Tevere preparandosi a conquistare la città. Che sarà però protetta da Enzo e difesa come un supereroe. Grande successo anche al box office, 5 miliardi di euro, lo si potrà vedere su Rai4, lunedì 18 maggio alle ore 23,50.

Storia di spionaggio industriale in “Il potere dei soldi” (2013) di Robert Luketic in programma martedì 19 maggio su TV8, ore 21.30 . Protagonista un giovane ambizioso e talentuoso che vuole fare carriera in una grande azienda di telecomunicazioni, lasciandosi così alle spalle i problemi economici che affliggono la sua famiglia. Il suo ex datore di lavoro (Gary Oldman) a causa di una bravata del giovane, lo ricatterà obbligandolo a farsi assumere dalla concorrenza (una società gestita da Harrison Ford) per rubare il prototipo di un nuovo telefono che rivoluzionerà il mercato.

Le vicende di 3 minatori che restano intrappolati in una miniera nel deserto cileno sono al centro del film ”The 33” (2015) di Patricia Riggen: è in programma mercoledì 20 maggio alle ore 22.55 su Iris. Si tratta di un film tratto da una storia vera che racconta di 33 minatori che dal 5 agosto 2010 non videro la luce per ben 69 giorni, intrappolati in una miniera d’oro e di rame, ad oltre 200 piani sotto uno strato roccioso, grande due volte l’Empire State Building, sopportando temperature 40 gradi ed un intenso isolamento. Un film ,è vero, sviluppato in collaborazione con gli stessi minatori e le loro famiglie ma una fiction di successo con nel cast Antonio Banderas e Juliette Binoche.

Marito e moglie diventano ladri perché la società in cui lui lavora fallisce. E’ la vicenda raccontata nel film “Dick e Jane. Operazione furto”( 2005) di Dean Parisol dove i due coniugi si trasformano in una specie di Bonny & Clyde anche per prendersi una rivincita e dare una lezione al mondo del business. Dick è il comico Jim Carrey e Jane l’attrice Tea Leoni. Un film , in programma sabato 23 maggio alle 19.35 su RaiMovie, che lancia qualche accusa sui vizi del capitalismo ma che soprattutto tende a divertire.

Così come tende soprattutto a divertire il film di Carlo Verdone “Borotalco”(1981),da lui anche diretto, in cui il protagonista è un imbranato venditore porta a porta. Un’altra feroce tipizzazione del bravissimo comico romano in programma mercoledì 20 maggio alle 21.10 su Cine34 con replica il giorno dopo alle 17.35.

(l'immagine è tratta da: http://www.cittadarte.emilia-romagna.it/storie/ferrara/ferrara-set-cinematografico-vivente)

Newsletter

Newsletter

Inserisci la tua mail per rimanere informato sulle nostre iniziative

Visualizza
privacy

gli sponsor dell'Annuario 2019